Verdetti Quarti di Finale: avanti Genoa e Roma di forza, Milan di esperienza e Napoli di “rigore”

Risultati ritorno Quarti di finale:
ROMA-FIORENTINA 2-1 (Andata 1-1)
NAPOLI-PALERMO 1-0 (0-0)
GENOA-SPAL 3-1 (3-1)
MILAN-BOLOGNA 1-1 (2-0)

Semifinali, lunedì 10 giugno:
NAPOLI (1C) – ROMA (2C)
GENOA (1A) – MILAN (1B)

Il Genoa è l’unica squadra ad aver vinto sia all’andata che al ritorno, per di più con lo stesso punteggio. In liguria, tra gli altri, va ancora a segno Fini, autore all’andata di una tripletta. In semifinale i rossoblu affronteranno il Milan al quale, dopo il 2-0 dell’andata, è bastato pareggiare per 1-1 in casa per eliminare il Bologna. Nell’altra semifinale troveremo due squadre del girone C: la capolista Napoli, qualificata grazie ad un rigore trasformato da Pesce, 2° del Ranking Under 15 de La Giovane Italia, e la Roma (seconda in stagione regolare) che dopo il pari di domenica scorsa ha trovato la via delle Final Four battendo la Fiorentina in casa per 2-1. Di seguito tutti i tabellini dei match di ritorno dei quarti di finale.

ROMA-FIORENTINA 2-1 – 7′ Simone (R), 70′ Mirimich (R), 73′ Sene (F)
A Trigoria verrebbe da dire “Fiorentina non pervenuta”. Vuoi per lo svantaggio arrivato nei primi minuti con Simone, vuoi per il portiere Mastrantonio in versione saracinesca, i viola appaiono anestetizzati per tutta la gara. Compresa la seconda metà del secondo tempo quando avrebbero potuto e dovuto approfittare della superiorità numerica per l’espulsione del giallorosso Falasca (somma di ammonizioni). Il gol del solito Sene, capocannoniere della stagione regolare, per altro non su azione ma da calcio d’angolo, arriva solo nel recupero e successivamente al raddoppio dei padroni di casa con Mirimich su dormita di Cellai. La sfida tra le due seconde classificate dei rispettivi gironi premia così la Roma. E con merito.

NAPOLI-PALERMO 1-0 – 13′ Pesce (N) su rigore
Tra le due squadre del Girone C è grande equilibrio anche nella sfida di ritorno, ma alle Final Four ci vanno i partenopei “di rigore” con il solito Pesce. L’attaccante del Napoli la sblocca intorno al quarto d’ora del primo tempo, ma nella ripresa gli ospiti vanno vicinissimi all’impresa. Il pericolo numero uno è Ganci, vera spina nel fianco che scalda i guantoni di Boffelli in più occasioni. A cinque minuti dal triplice fischio succede di tutto: Giglio segna su punizione facendo esplodere la panchina rosanero ma, dopo un breve confronto col suo assistente, l’arbitro annulla. La punizione era di seconda. Giglio va su tutte le furie e si becca il cartellino rosso per proteste. Per il Palermo è la resa, ma a testa alta.

GENOA-SPAL 3-1 – 25′ Rimondo (G), 29′ Saiani (S), 48′ Fini (G), 60′ Moscatelli (G)
A Genova la SPAL resiste un tempo, rendendosi pericolosa soprattutto con D’Andrea che in una delle sue tante occasioni colpisce anche una traversa, ma il vantaggio di Rimondo a dieci dal riposo, nonostante il pareggio lampo di Chinappi, è già una mezza condanna. Nella ripresa gli ospiti si spengono lentamente e a colpire sono ancora i grifoni. A mettere la firma sul secondo 3-1 ai danni della SPAL ci pensano prima Fini, l’ivoriano a segno per la settima partita consecutiva nonostante giochi due anni sotto età, e Moscatelli, autore del gol più bello del match che vale i titoli di coda. La squadra di Brunello avanza così dopo essere stata l’unica squadra ad aver dominato entrambe le sfide dei quarti di finale.

MILAN-BOLOGNA 1-1 – 41′ Anatriello (B), 72′ Incorvaia (M) su rigore
Al Vismara il Milan fa il suo, gestisce e colpisce di rimessa rendendosi pericoloso più volte nel primo tempo con Anane e con un missile terra area di Boni che il portiere ospite Albieri neutralizza con una parata da campionissimo. Se i rossoneri non sfondano il merito è tutto di Motolese, centrale difensivo approdato al Bologna solo quest’anno dalla società satellite A.S.D. Giovani Cryos di Taranto. Il punteggio non si sblocca ma sugli spalti ci si stropiccia gli occhi davanti al talento di Alesi da una parte e Busato dall’altra. Ragazzi che faranno sicuramente strada. A inizio ripresa la mossa vincente di Morara: dentro Anatriello che dopo sei minuti porta avanti i suoi con un preciso colpo di testa in area da calcio d’angolo. La rimonta è però un’illusione che sbiadisce con il passare dei minuti. Nel finale Anane entra in area da sinistra come un treno, supera anche il portiere ma viene trattenuto da Stivanello. È rigore e dal dischetto Incorvaia manda i suoi alle Final Four.

We are using cookies to give you the best experience. You can find out more about which cookies we are using or switch them off in privacy settings.
AcceptPrivacy Settings

  • Privacy Policy
  • Cookie strettamente necessari
  • Cookie di rilevamento di terze parti
  • Contenuto video

Privacy Policy

Questo sito utilizza cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito web da parte dei visitatori o per integrare funzionalità di terze parti nel sito (ad esempio, moduli per i commenti o icone di social network che consentono ai visitatori di condividere il contenuto del sito).

Questa sito raccoglie alcuni Dati Personali dei propri Utenti per le seguenti finalità ed utilizzando i seguenti servizi:

  • Contattare l’Utente
    Modulo d’iscrizione
    Dati Personali: email, nome, contatto telefonico
  • Statistica
    Statistiche di Aruba
    Dati Personali: Cookie e Dati di utilizzo

Puoi conoscere i dettagli consultando la nostra Privacy e Cookie Policy.

Cookie strettamente necessari

Questi cookie devono essere sempre attivati durante la navigazione del sito.

Cookie di rilevamento di terze parti

Questo sito Web utilizza Google Analytics/ Statistiche di Aruba per raccogliere informazioni anonime come il numero di visitatori del sito in un certo periodo di tempo e le pagine più popolari.

Mantenere abilitato questo cookie ci aiuta a migliorare il nostro sito web.

Contenuto video

Questo sito web utilizza il codice di incorporamento video da Youtube. Questo fornitore di servizi può raccogliere i dati da te per scopi di marketing.