Andata Quarti di finale: l’eroe di giornata è Seydou Fini, attaccante del Genoa classe 2006

PALERMO (4C) – NAPOLI (1C) 0-0
SPAL (3B) – GENOA (1A) 1-3
BOLOGNA (2B) – MILAN (1B) 0-2
FIORENTINA (2A) – ROMA (2C) 1-1

Genoa e Milan sono già con un piede e mezzo in semifinale grazie ai gol di Fini (tripletta) e Rossi (doppietta). Napoli e Roma dovranno sfruttare invece a dovere il fattore campo nel ritorno per raggiunge lo stesso traguardo. Questo è quanto hanno detto le gare d’andata dei quarti di finale del campionato Under 15 di A e B. Nessuna sorpresa, dunque, ma tante conferme. Partita per partita, ecco come è andata.

 

PALERMO-NAPOLI 0-0
Sfida a reti bianche quella di Palermo, ma con il Napoli che ha sicuramente i rimpianti maggiori per aver dominato gli avversari per tutto il match senza però riuscire a sfondare. Nel primo tempo le occasioni più ghiotte per gli ospiti arrivano su un colpo di testa di Pesce, salvato sulla linea da un difensore; su un tiro di Di Leo neutralizzato da Connola; e due volte con Scognamiglio che in entrambe le azioni fa la barba al palo. Il Palermo si vede solo nel finale con Giglio che però spara alto. Nella ripresa il copione non cambia con Connola che para l’impossibile. Pesce, Boemio, Lettera, Scognamiglio le provano davvero tutte, ma la porta sembra davvero stregata. Per loro fortuna, oltre al danno non arriva neanche la beffa, ma poco ci è mancato perché al 78′ è il Palermo che rischia addirittura di vincerla con Spadaro.

SPAL-GENOA 1-3 (15′ Chinappi, 36′, 43′, 60′ Fini)
Al Centro sportivo Fabbri di Ferrara sale in cattedra Seydou Fini, classe 2006, che con una tripletta consegna al suo Genoa le chiavi della qualificazione. Prestazione maiuscola di tutta la squadra allenata da Brunello, nonostante lo svantaggio iniziale per il gol di Chinappi, ma quella di Fini è una tripletta che pesa e che avrà sicuramente una grande eco. E dire che solo l’anno scorso, non avendo ancora dodici anni, giocava ancora partite a nove con i suoi coetanei. Quest’anno ha disputato il girone d’andata sotto leva con i Giovanissimi Fascia B, ma al quattordicesimo gol segnato la società ha deciso di provare a fargli fare addirittura un doppio salto passandolo nella rosa degli Under 15, ragazzi più grandi di lui di due anni. Risultato? Quella di Ferrara è la sesta partita consecutiva in cui è andato in gol con i 2004. E ancora non è finita.

BOLOGNA-MILAN 0-2 (6′ e 70′ Rossi)
Al Milan bastano due gol di Rossi, uno nei primi minuti e l’altro nel finale, per avere la meglio sul Bologna. I rossoneri vincono nettamente ai punti la prima frazione, sbloccando subito il risultato con una bella azione innescata da Boni, proseguita con Alesi e finalizzata dal numero 9 rossonero con un tocco sotto porta che non lascia scampo a Talon in uscita. La ripresa, invece, si rivela più equilibrata. In avvio è il Milan, sempre con Rossi, a divorarsi il gol del due a zero, ma poi il Bologna prende campo e si rende pericoloso in più occasioni con Anatriello e Mazia. Dopo tante occasioni fallite dai padroni di casa, quasi a sorpresa arriva nel finale il raddoppio degli ospiti: Sette, imbeccato da Foglio sulla sinistra, supera Talon in uscita con un pallonetto spinto poi in rete da Rossi a porta vuota.

FIORENTINA-ROMA 1-1 (19′ Pagano, 28′ aut. Falasca)
I padroni di casa partono meglio e al 10′ sfiorano il vantaggio con Falconi che costringe al miracolo il portiere giallorosso Mastrantonio, ma a sbloccare il risultato a metà frazione sono gli ospiti: punizione di Pagano sul vertice alto di sinistra e palla a fil di palo con Manzari che resta impietrito. I viola, però, non accusano il colpo e tornano ad attaccare a testa bassa. Il pareggio sembra inevitabile e arriva pochi minuti più tardi anche con un pizzico di fortuna: mischia in area e tocco maldestro di Falasca nella propria porta su tiro di Gori. L’inizio di ripresa è tutto di marca giallorossa ma Faticanti prima e Lilli poi non trovano lo specchio. Col passare dei minuti i falli spezzano il ritmo dell’incontro e i nervi iniziano a farsi tesi. Nel finale si rivede ancora la Fiorentina con Falconi che chiama Mastrantonio ancora una volta agli straordinari, ma è l’ultima grande emozione del match.

We are using cookies to give you the best experience. You can find out more about which cookies we are using or switch them off in privacy settings.
AcceptPrivacy Settings

  • Privacy Policy
  • Cookie strettamente necessari
  • Cookie di rilevamento di terze parti
  • Contenuto video

Privacy Policy

Questo sito utilizza cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito web da parte dei visitatori o per integrare funzionalità di terze parti nel sito (ad esempio, moduli per i commenti o icone di social network che consentono ai visitatori di condividere il contenuto del sito).

Questa sito raccoglie alcuni Dati Personali dei propri Utenti per le seguenti finalità ed utilizzando i seguenti servizi:

  • Contattare l’Utente
    Modulo d’iscrizione
    Dati Personali: email, nome, contatto telefonico
  • Statistica
    Statistiche di Aruba
    Dati Personali: Cookie e Dati di utilizzo

Puoi conoscere i dettagli consultando la nostra Privacy e Cookie Policy.

Cookie strettamente necessari

Questi cookie devono essere sempre attivati durante la navigazione del sito.

Cookie di rilevamento di terze parti

Questo sito Web utilizza Google Analytics/ Statistiche di Aruba per raccogliere informazioni anonime come il numero di visitatori del sito in un certo periodo di tempo e le pagine più popolari.

Mantenere abilitato questo cookie ci aiuta a migliorare il nostro sito web.

Contenuto video

Questo sito web utilizza il codice di incorporamento video da Youtube. Questo fornitore di servizi può raccogliere i dati da te per scopi di marketing.