Impresa Empoli che si conferma mina vagante, delusione Milan eliminato con due pareggi

JUVENTUS-ATALANTA 2-2 (andata 5-1)
INTER-MILAN 1-1 (3-3)
BENEVENTO-SASSUOLO 2-1 (0-0)
ROMA-EMPOLI 1-2 (2-4)

Il sogno dell’Empoli non si infrange all’ombra del Colosseo. O forse sarebbe meglio dire che quello della Roma finisce a sorpresa, e anzitempo, sbattendo contro i ragazzi di Buscè. La sorpresa dei quarti di finale è assolutamente l’esito di questo doppio confronto che, con due vittorie nette e strameritate, apre le porte delle Final Four alla compagine toscana, unica quarta classificata della stagione regolare a centrare questo obiettivo. Con lei passano il turno anche due capoliste dei gironi, Inter e Juventus, oltre ad una seconda classificata, il Benevento. Partita per partita, ecco come sono andate le sfide di ritorno dei quarti di finale del campionato Under 16 di A e B.

 

JUVENTUS-ATALANTA 2-2 (1′ e 20′ Giorgi, 24′ Rosa, 54′ De Nipoti )
A Vinovo ci si aspettava una gara molto più equilibrata di quella dell’andata, soprattutto con un’Atalanta chiamata quantomeno a tentare l’impresa. Accade invece l’esatto contrario. Pronti via, Giorgi consegna subito ai bergamaschi l’avviso di “sfratto” dai playoff e al 20′ lo rende esecutivo con la sua personale doppietta. È qui che i ragazzi di Zanchi hanno un sussulto d’orgoglio. Quattro minuti più tardi Rosa, leader quest’anno del Ranking U16 de La Giovane Italia, accorcia le distanze e al 14′ della ripresa De Nipoti acciuffa il pareggio. Finisce così 2-2, con tanti rimpianti legati all’andata per i nerazzurri e due prove di forza per i bianconeri che li candidano come serissimi pretendenti al titolo.

INTER-MILAN 1-1 (16′ Magazzù su rigore, 22′ Citi)
L’altro big match di questi quarti di finale era senza dubbio il derby di Milano. Il Milan, dopo il 3-3 dell’andata, era costretto a vincere per passare il turno ma al Centro di Formazione Suning arriva un altro pareggio che esclude i rossoneri dalle Final Four con la grande beffa di non aver mai perso in questo doppio confronto contro l’Inter. I nerazzurri, sul proprio campo, difendono il loro doppio vantaggio (due risultati utili su tre) attaccando e la sbloccano subito dopo un quarto d’ora: Gnonto viene atterrato in area sugli sviluppi di un corner e dal dischetto Magazzù è implacabile. I rossoneri, su azione, non riescono mai a servire a dovere le punte N’Gbesso e Anane e così trovano il pareggio su calcio d’angolo con l’inzuccata vincente di Citi, che sfrutta al meglio la sua stazza saltando più in alto di tutti. Nel finale di tempo il Milan ha l’occasione più ghiotta del match per qualificarsi, ma El Hilali, in contropiede, quando si ritrova davanti solo Gerardi, calcia troppo sotto e la manda alta sopra la traversa. Nella ripresa i nerazzurri riprendono a macinare gioco, rendendosi pericolosi soprattutto sulla catena di sinistra con Zanotti e Gnonto e negli ultimi venti minuti con le iniziative sul fronte opposto del neoentrato Politi. Gli ultimi assalti del Milan arrivano con due corner nei minuti di recupero, ma il risultato non cambia. Passa l’Inter che a Cervia difenderà così quello scudetto che ha cucito sul petto.

BENEVENTO-SASSUOLO 2-1 (40′ Citarella su rigore, 50′ Olimpio, 66′ Ferrara)
Altro confronto in bilico, dopo lo zero a zero dell’andata, era quello tra il Benevento, seconda del Girone C, e il Sassuolo, seconda del Girone A. In virtù della migliore differenza reti, ai sanniti bastava anche un altro pareggio per passare il turno, ma alla fine la gioia è stata totale. Dopo un primo tempo di lotta a centrocampo, a pochi secondi dal rientro negli spogliatoi i giallorossi passano in vantaggio: tocco di mano in area di un giocatore neroverde su cross di Gentile e rigore trasformato da Citarella. A inizio ripresa il Benevento trova anche il doppio vantaggio: cross in area di Giampaolo, Zacchi devia ma non trattiene e sulla palla si avventa Olimpio che fa 2-0. A questo punto il Sassuolo tenta il tutto per tutto, rischiando anche in più occasioni, ma trova il gol solo su calcio d’angolo con Ferrara che fallisce il primo tentativo ma non sbaglia il secondo. Il Benevento regge e porta così a casa, con merito, vittoria e qualificazione, festeggiando a fine gara addirittura con fumogeni e fuochi d’artificio.

ROMA-EMPOLI 1-2 (38′ Fazzini, 52′ Belluomini, 57′ Sarno)
Con una prestazione cinica e attenta, l’Empoli di Buscè vince anche a Roma eliminando una delle grandi pretendenti al titolo. I giallorossi appaiono sorprendentemente “appannati” ma c’è da dire che non sono neanche fortunati. Il primo gol dell’Empoli arriva con una deviazione su tiro da fuori di Fazzini a fine primo tempo. Il secondo a inizio ripresa con un tap-in di Belluomini su un’altra bordata di Fazzini non trattenuta dal portiere Berti. Bello, quanto inutile, il gol di Sarno che accorcia le distanze con un pallonetto che trova il fondo della rete dopo aver baciato il palo. I toscani si confermano così mina vagante di questi playoff, per la Roma, invece, il sogno scudetto si infrange, e in malo modo, dopo appena 180 minuti di post season.

Semifinali – mercoledì 12 giugno
EMPOLI (4A) – BENEVENTO (2C)
INTER (1B) – JUVENTUS (1A)

We are using cookies to give you the best experience. You can find out more about which cookies we are using or switch them off in privacy settings.
AcceptPrivacy Settings

  • Privacy Policy
  • Cookie strettamente necessari
  • Cookie di rilevamento di terze parti
  • Contenuto video

Privacy Policy

Questo sito utilizza cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito web da parte dei visitatori o per integrare funzionalità di terze parti nel sito (ad esempio, moduli per i commenti o icone di social network che consentono ai visitatori di condividere il contenuto del sito).

Questa sito raccoglie alcuni Dati Personali dei propri Utenti per le seguenti finalità ed utilizzando i seguenti servizi:

  • Contattare l’Utente
    Modulo d’iscrizione
    Dati Personali: email, nome, contatto telefonico
  • Statistica
    Statistiche di Aruba
    Dati Personali: Cookie e Dati di utilizzo

Puoi conoscere i dettagli consultando la nostra Privacy e Cookie Policy.

Cookie strettamente necessari

Questi cookie devono essere sempre attivati durante la navigazione del sito.

Cookie di rilevamento di terze parti

Questo sito Web utilizza Google Analytics/ Statistiche di Aruba per raccogliere informazioni anonime come il numero di visitatori del sito in un certo periodo di tempo e le pagine più popolari.

Mantenere abilitato questo cookie ci aiuta a migliorare il nostro sito web.

Contenuto video

Questo sito web utilizza il codice di incorporamento video da Youtube. Questo fornitore di servizi può raccogliere i dati da te per scopi di marketing.